Domenica, 20 Agosto 2017 19:22:02
Martedì, 09 Luglio 2013

MMW 2013: la passione al cubo

MMW 2013: la passione al cubo

Tutto è nato un lunedì sera della scorsa estate, scendendo dallo Spluga in solitaria, senza pensieri... un tornante dopo l'altro mi godevo il tramonto e la tranquillità del luogo e ho provato a immaginare come sarebbe stato un MMW sulle Alpi. Quella era l'idea originale, per il percorso, super collaudato, non c'era problema: ho chiesto quindi consiglio a MrPompone e insieme abbiamo deciso per la scenografica cornice delle Dolomiti.
Gennaio e febbraio son stati i mesi della spasmodica, quasi febbrile ricerca della base d'appoggio adatta; centinaia di mail, altrettante risposte. L'idea di base era di avere tutti i partecipanti sotto lo stesso tetto, per cena, così per i pernotti. Alla fine la scelta è caduta sull'Hotel Nigritella di Selva di Cadore: quasi 60 camere disponibili, piscina e sauna, animazione... tutto a scatola chiusa, ho rischiato, ma è andata bene...  la raccolta delle prime adesioni già a fine gennaio, lo "zoccolo duro" che mi ha supportato fin da subito nella folle idea. La corsa del treno per il MMW 2013 era partita alla grande. Poi il tentativo di coinvolgimento diretto di MotoMorini. Nulla di più difficile, viste le vicissitudini: nuova proprietà, crisi economica... a costo di risultare rompiscatole, ho insistito e alla fine avevamo anche le Granpasso in prova la domenica. 30, 40, 50... oltre 60 partecipanti. Qualcuno all'ultimo ha dovuto rinunciare, qualche altro si è aggiunto all'ultimo secondo utile.
La settimana prima della partenza, il telefono era incandescente e dovevo caricare la batteria anche 2 volte al dì.
Parto il giovedì, con il dubbio che possa essere tutto un fallimento... invece in hotel vengo accolto come un re. Preparo gli ultimi dettagli, una buona cena e poi a nanna; i km per arrivare non sono stati poi tanti, ma la tensione era altissima... ero distrutto!
Venerdì mattina, alle 6 sono già iperattivo. Eccitato ed emozionato, so che posso contare su un aiuto attivo da parte del personale del Nigritella. Alle 8 son già in moto per il sopralluogo al giro (tutta la pianificazione è stata fatta su google maps, purtroppo il meteo e gli impegni di lavoro quest'anno, non mi hanno permesso di passare prima). Continuerò a ricevere telefonate per tutto il giorno, nel frattempo all'Hotel arrivano i primi partecipanti del MMW. La cena è appena iniziata, ma continuano ad arrivare ospiti: Olgaim, Vittoria, Dieguzzi, Adri e Silvana, Meeelo e Silvana, Guzzo e Sabina con Wdmveloce1200 (da Siena!). Un briefing veloce ricordando che ognuno è responsabile per sè, ed ha inizio l'intrattenimento...
E' buio da un pezzo e mancano all'appello ancora Fabio e Luigi con il furgone che trasporta i loro 3 e mezzo da Roma, Santa e Mirca anche loro con il furgone per il Corsaro, sistemato alla bene e meglio qualche ora prima, Fabietto e Luigi in moto da Torino e Fabrizio da Bologna.
Tiriamo quasi le 2 prima che siano tutti arrivati... nessun problema, domani si parte tranquilli alle 10.
Sabato mattina, ho McStraph in camera che si lamenta che non ha chiuso occhio per via del turno di notte della falegnameria (!), giù nella hall per la colazione ci son già quasi tutti.
Tiriamo giù le moto dai furgoni e diamo un'aggiustata volante all'interno dell'airbox di Santa, mentre io mi cambio le pastiglie freno. Si parte, prima tappa benzinaio ad Alleghe, come da programma, quindi Fedaia per la foto di gruppo sul ponticello: mettiamo tutte le MM in fila e ne approfittiamo, finchè siamo tutti insieme per una bella foto. Do l'ok a Giammy per partire e con Fabrizio aspettiamo gli ultimi 3. Ripartiamo e al fatidico Km 20 il patatrack... Cinghio in terra, tutti fermi. Una botta al costato, moto inutilizzabile, ma senza danni seri. Andrea sembra stare meglio, si alza da solo, l'ambulanza sta comunque per arrivare. Do lo zuccherino ai puledri davanti e il gruppone continua il giro; con Fabrizio, Dario e Cristiana, Santa e Mirca e Gianni, rimaniamo in attesa di ambulanza e carro attrezzi.
Ripartiamo con quasi 2 ore di svantaggio sul gruppo. Sul S. Pellegrino, vista l'ora, ci fermiamo per il pranzo e Dario si sbizzarrisce con la macchina fotografica. Si riparte e prima di prendere il Valles, mi chiama Ferromecc... appena scollinato lo troviamo li, ad aspettarci. Proseguiamo, il ritmo è sostenuto, il Ferromecc in libera uscita ci da del gas e stargli dietro è molto difficile.
Rolle e Cereda in rapida sequenza, forcella Aurine e quindi Agordo: purtroppo non siamo arrivati in tempo, il passo è già chiuso, ma Vittoria mi avvisa che in tanti son già su.
Ripieghiamo per Alleghe e il meteo comincia mano a mano a peggiorare... qualche gocciolone d'acqua lo prendiamo, ma senza fermarci, facciamo in tempo anche ad asciugarci.
Torniamo in hotel, anche perchè ormai il cielo è quasi tutto viola e da li a poco comincia a piovere pesantemente. Ne approfitto per rilassarmi in piscina.
Tante risate, vino e birra a fiumi, ben oltre la normale tolleranza, scorre tra i tavoli. Anche stasera c'è l'intrattenimento delle ragazze, che sfrutto per la consegna degli attestati di partecipazione e delle t-shirt commemorative. Facciamo l'alba anche stavolta e sinceramente ho un ricordo alquanto fumoso su quel che è successo... di certo avevo sempre un bicchiere ad occuparmi la mano! 
Domenica mattina, sole, non più caldissimo però. E' il momento dei saluti per chi non viene in valle San Liberale. Si decide di sfruttare anche questa giornata per percorrere delle belle strade e un nutrito gruppo di motorati si muove alla volta della sede Pompone per la prova delle MM. Tanto caldo nel tragitto, gruppo compatto e arrivo dal Mr nell'orario previsto. Pranzo conclusivo del MMW con relativa birra e prova delle moto. Il tempo di salutare quelli rimasti e rientro a casa via autostrada.
Grazie a tutti i partecipanti, Vi aspetto alla prossima edizione!

Andrea Salierno ATP

guarda la photogallery

top